Fagottini matti al raviggiolo: quando in casa da poco tiri fuori il meglio!

20140406_110253

Quest’idea di fagottini matti ripieni di raviggiolo (che si può scrivere sia con una che con due g!) arriva in un giorno qualunque, quando, in frigo, hai solo del formaggio. Nella credenza uova, farina e poco più. Ed ecco il risultato, provare per credere!

–  300 grammi di farina

– quattro cucchiai di olio

– sale quanto basta

– 150 ml di acqua

Per il ripieno:

– una confezione di Ravigiolo della Centrale del Latte di Cesena

– prosciutto a scelta

Procedimento

 Inserite tutti gli ingredienti in un recipiente e impastate, aggiungendo l’acqua fino a quando non otterrete la vostra massa. Fatela riposare in frigorifero per almeno un quarto d’ora dopo averla avvolta in una pellicola. Tiratela fuori dal frigo, stendetela su una spianatoia fino a quando non diventa abbastanza sottile. Con un coppapasta ricavatene dei cerchietti. Riponete un cucchiaino pieno di raviggiolo sulla metà dei cerchi di pasta, volendo aggiungete anche un p’ di prosciutto. Chiudete coprendo con un cerchio di massa ogni fagottino, aiutandovi con le mani schiacciate bene i bordi. Infornate a 180 gradi per circa 25 minuti (dipende molto dalla potenza del forno). Mangiateli caldi!

fagottini di pasta genovese

scritto da
Mamma, giornalista, amante della buona cucina. Meglio se bio e a km 0! Nel 2012 ha fondato Romagnamamma.it, il quotidiano online dedicato a mamma e papà di cui fa parte il progetto di Piccolo cuoco.

2 commenti per “Fagottini matti al raviggiolo: quando in casa da poco tiri fuori il meglio!

  1. Larissa ha detto:

    Buongiorno,
    negli ingredienti le uova non ci sono?
    grazie
    Larissa

    1. Piccolo Cuoco ha detto:

      Buongiorno Larissa,
      la pasta matta con cui son fatti i fagottini ha proprio la caratteristica di essere fatta senza uova.
      Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *